Desideria Burgio

Palermitana, classe ’78, con studi allo IED di Roma e all’Accademia di Belle Arti di Palermo, Desideria Burgio affianca all’attività di artista quella di designer, portando avanti un progetto di bijoux low cost, d’ispirazione sacra: “Nel 2004, fotografando un appartamento a Palermo, arredato solo da immagini religiose, ho tratto ispirazione per la creazione della linea di bijoux Qui Squi Na (dalla cittadina in provincia di Agrigento – Santo Stefano Quisquina – dove Santa Rosalia trascorse dodici anni del suo eremitaggio). La collezione, chiamata BiZou, si ispira alla sacralità della Santa patrona di Palermo, una santuzza sicilianissima quindi, la cui devozione è parte integrante della cultura palermitana”. Riconvertendo in chiave ornamentale l’uso dell’iconografia religiosa, ricorrente nel suo lavoro di artista, Desideria immagina così una linea di piccoli monili intrisi di un’aura popolare e insieme spirituale, in cui permane quella componente devozionale, sospesa tra sacro e profano, che appartiene soprattutto alle terre del Sud Italia.

Interamente assemblati a mano, recuperando immaginette religiose, i gioielli – spille, orecchini, ciondoli, collane, anelli – sono impreziositi da strass, ganci, pon pon, campanelli, swarovski. I principali luoghi da cui arrivano materiali e ispirazione sono mercatini, bancarelle, negozi vintage e botteghe di arte sacra. Oggetti poveri, ma con un allure speciale, per un mix di raffinatezza e genuinità.

Biografia / curriculum

Desideria Burgio (Palermo 1978) ha frequentato l‘Istituto Europeo di Design a Roma e, nel 2006, ha conseguito il diploma di laurea all’Accademia di Belle Arti, Palermo. Artista poliedrica, Desideria Burgio lavora sia come fotografa che alla realizzazione di installazioni artistiche, alternando queste ricerche visuali al design di gioielli d’arte.

Tra le mostre: Bam biennale d’arte contemporanea Palermo 2019; GalleryParty RizzutoGallery 2018;  Ephifany chiesa di Sant Andrea Palermo 2018; Palermo un diario intimo hoepli milano (2018); Schiuma di mare attorno, Museo civico di Castelbuono, 2017; Biennale delle donne (Trieste 2017);  Imago Mundi, Cantieri Culturali della Zisa , Palermo (2017); Petite Histoire d’un voyage, Grand Hotel et des palmes, Museo Civico di Castelbuono, Palermo (2016); Sidera Micant, Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella, Capo d’Orlando (2015); TSO, Associazione Flavio Beninati, Palermo (2015); Postcard – tell me how you feel (about Palermo), Palermo Pride (2013); Havana_Palermo, Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, Palermo (2010);  ALL I NEED IS LOVE, Cavallerizza di Palazzo Sant’Elia Palermo (2009); MINE, Stimultanea Gallery, Strasburgo, Belgio (2009).

Tra le mostre collettive: Smart city, Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, Palermo (2014); Aziza, ZAC – Zisa Arte Contemporanea Palermo (2013); A Better World – evento collaterale della 13. Mostra Internazionale di Architettura, La Biennale di Venezia (2012); Duriora Decoxi, Villa Valguarnera, Bagheria (2011); Postres, Fotologìa, Festival Internacional de la Fotografìa, Bogotà, Colombia (2008).

Ha partecipato alla residenza Bocs a cura di Alberto Dambruoso, il suo lavoro è presente nella collezione del museo di Cosenza e al museo civico di Castelbuono (PA).

PRODOTTI

Start typing and press Enter to search

Translate »
X
Sono contento di averti qui Sacca
Benvenuto nella Galleria Sacca!
WooChatIcon 0